Che Cos’è Il Miele

Il miele è un alimento conosciuto da centinaia di anni e le sue proprietà benefiche lo hanno reso un alimento importante per un’alimentazione sana. Di fatto è un’alternativa per l’apporto di zuccheri. Il sapore dolce scalda il palato accompagnando mescolando sapori soffici e delicati.

La storia del miele ha origine con le prime civiltà umane le quali hanno imparato come poter usare al meglio questo alimento naturali ricco di sostante nutritive. Il fatto che sia arrivato fino a oggi è una prova di quanto siano importanti le sostanze nutritive che contiene. E soprattutto di come la natura sia stata stupefacente nella formazione degli alveari.

Il miele viene prodotto dalle api e questi piccoli insetti vivono con un’organizzazione tale da non lasciar nulla al caso. Questi piccoli insetti si nutrono di polline e nettare hanno bisogno di accumulare delle scorte per la continua crescita e mantenimento dell’alveare. Tale cibo è una fonte di zuccheri semplici e quello che arriva sulle tavole è creato direttamente dalle api senza bisogno di alcuna trasformazione.

L’apicoltore che si dedica alla coltura del miele ricaverà un alimento con caratteristiche esclusivamente naturali e la sua composizione può essere suddivisa per un 80% da zuccheri, soprattutto glucosio e fruttosio, un 17% da sostanza acquosa e solo il 3% è rappresentato da sostanze differenti come acidi organici, sostanze aromatiche e Sali minerali.

Tra i mieli una prima possibile distinzione sono quelli monoflora e millefiori.

Mieli Monoflora

Il miele Monoflora si distingue perché ha un’unica origine botanica e la sua coltivazione avviene in zone molto estese. Affiancate a tecniche apistiche ad hoc gli apicoltori riescono a migliorare la purezza e a aumentarne la produzione.

I vantaggi dei mieli uniflora consistono nell’unicità delle caratteristiche organolettiche ma spetterà al consumatore finale scegliere quella che più le aggrada. Mieli come quelli di acacia, che è poco aromatico, e quello di agrumi che ha un tocco più floreale, vengono scelti frequentemente. Altri palati preferiscono i mieli fortemente aromatici che accompagnano la degustazione verso un piacere raffinato.

Miele Millefiori

Il miele millefiori ha particolarità uniche perché l’area dove viene raccolto condiziona l’aroma. Si tratta di un prodotto speciale perché al suo interno è possibile trovare le sostanze nutritive di molteplici piante. Montagna, collina e pianura danno un tocco particolare al gusto perché viene influenzato dalla vegetazione intorno alla zona di raccolta. Di questa tipologia esistono due varietà che si distinguono una per un gusto delicato e dolce dalla colorazione chiara e trasparente. L’altra invece ha una tonalità ambrata o scura e un sapore più intenso.

Le proprietà del miele sono tante e tra le più famose vi è quella di aiutare a placare la tosse. Ulteriori usi sono nell’arte culinaria dove viene impiegato nella preparazione di biscotti, gelato, torte e macedonie.

Chi ama le degustazioni ha provato sicuramente il miele accompagnato ai formaggi, dove diversi sapori si mescolano regalando sapori indimenticabili.

Come alimento, dolcificante, condimento e conservante, il miele è un prodotto dai mille utilizzi.

Associato spesso a riti e feste propiziatorie insieme a cera e idromele, un fermentato di miele, chiamato anche “il nettare degli dei”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *